piccolo 2png



9 ottobre 2017

LE MIELLE E UNA NOTTE

Il potere terapeutico ed educativo delle fiabe

Ci hanno fatto sognare, aperto porte di mondi fantastici e accompagnato nella crescita. Riscopriamo il valore e il fascino delle fiabe in un’epoca in cui il digitale rischia di ridurre il bambino a mero recettore di stimoli e mina il racconto e la lettura. Fin dai primi mesi di vita ninne nanne e filastrocche sono un’occasione per condividere del tempo insieme. Il suono della voce del genitore, la sua disponibilità e calma hanno un effetto rassicurante e antiansia.

La favola serale non è solo un dolce avvio all’addormentamento ma accompagna il bambino nella sua dimensione più naturale: l’immaginazione. In essa convivono luoghi e personaggi fantastici, animali che parlano e persone che si trasformano. Le fiabe parlano un linguaggio universale, simbolico e rispecchiano le tappe dell’esistenza umana. Offrono soluzioni e mostrano che gli ostacoli possono essere superati. Risalta la capacità del singolo di affrontare i problemi della vita.

Ogni argomento allarma e tranquillizza, crea tensione e distensione al riparo delle mura domestiche dove nulla può accadere. Il “c’era una volta…” garantisce al bambino che può lasciarsi andare e immedesimarsi in vari personaggi favorendo processi d’ identificazione e l’espressionedelle proprie emozioni in un contesto sicuro e protetto. Tutto avviene in un luogo e tempo indefiniti.

Viene presentato il male ma l’osservazione creativa della realtà gli permette di distanziarsi da essa. Sono un valido strumento per sviluppare le capacitàcognitive (memoria, attenzione, pensiero logico), relazionali ed emotive. Il bambino si immedesima nel personaggio e le emozioni di rabbia, paura, gelosia che lo agitano trovano in essa un contenimento. La conoscenza emotiva di sé, di ciò che si prova aiuta a vivere meglio la realtà senza sentirsi in balìa degli altri o degli eventi riscoprendo la capacità di usare al meglio le risorse individuali.

Fiabe e racconti antichi si rivelano utili ai genitori per aiutare il figlio ad elaborareforti emozioni. Inventare con lui una storia potrebbe aiutarlo a dar voce ai sentimenti e sentirli senza averne timore. Una lettura rivolta ai piccoli ma utile anche ai grandi e, dopo una lunga giornata di lavoro, vale la pena dedicarsi a questa sana e piacevole abitudine.

Dr.ssa Alessandra Calvario